In arrivo la Torre Solare Più Alta del Mondo

pubblicato in: Energie Rinnovabili | 0

La Torre Solare più Alta sarà ad Israele

Israele ha un’economia incentrata sul petrolio, ma anche in questa occasione occorre aumentare la percentuale di energie rinnovabili.

Infatti con solo il 2,5% è uno dei Paesi con la minor percentuale di rinnovabile prodotta.  Così, per allinearsi agli sforzi globali, Israele ha preso l’impegno di raggiungere il 10% entro il 2020.

L’obiettivo verrà raggiunto grazie ad un investimento di mezzo miliardo di euro.

Cos’è un Torre Solare?

A differenza dei pannelli solari che trasformano l’energia solare in arrivo sulla loro superficie, le torri sfruttano gli specchi.

Il nome corretto è eliostati. Questi, grazie al movimento e alla rotazione, riescono a catturare durante l’intero giorno la maggior quantità di luce possibile, per direzionarla con precisione in cima alla torre.

Sulla vetta della Torre Solare quindi si trova un faro assorbitore, in grado di trasformare gran parte della luce ricevuta in energia elettrica.

Questa soluzione è ideale per ridurre i costi, aumentare la durata della raccolta e l’efficienza complessiva dell’impianto.

La Torre Solare di Israele

Il progetto si compone di tre “lotti” con un quarto ancora in progettazione. Questi, iniziati nel 2016 saranno terminati nel 2018, sfrutteranno tecnologie solari diverse.

Uno dei quattro si avvalerà del Solare Termodinamico a Torre, che grazie a 50.000 eliostati convoglierà la luce nella Torre Solare più Alta del mondo: 250 metri.

L’intera centrale ricopre 300 ettari, quasi 400 campi da calcio, ed è stata finanziata da General Electric, Alstom e Noy (fondo privato israeliano).

Rispetto alla generazione precedente gli specchi sono 3 volte più grandi, collegati tramite il wifi al posto dei cavi, e la torre soddisfa le migliori aspettative economiche.

Un grande passo avanti anche per Israele, che grazie a questo progetto illuminerà 130.000 abitazioni.

Lascia una risposta