energie rinnovabili articolo completo scelgozero

Energie Rinnovabili: L’articolo completo

pubblicato in: Energie Rinnovabili | 0

Definizioni, fonti, storia e impatto ambientale

In questo articolo raccoglieremo tutta la nostra conoscenza per fare un riassunto il più completo e chiaro possibile su cosa siano davvero le energie rinnovabili.

La definizione ufficiale di energie rinnovabili

Le energie rinnovabili sono quelle che si rigenerano in tempi brevi se confrontati con i tempi caratteristici della storia umana.

Energie rinnovabili non significa quindi né pulite, né illimitate, né naturali.

Questi termini non sono sinonimi, perché se molte energie rinnovabili sono sia pulite che illimitate che naturali, non tutte soddisfano questi requisiti.

Il petrolio, per esempio, non si può considerare rinnovabile. Richiede millenni per generarsi, eppure si tratta di un’energia naturale, anche se per nulla pulita.

Dalla II Rivoluzione Industriale l’uomo ha sfruttato 150 milioni di anni di depositi organici, rimasti sepolti in particolari condizioni di pressione e temperatura.

Queste componenti lo hanno trasformato in quello che oggi chiamiamo greggio, e proprio per la sua lenta rigenerazione, avrà una fine.

Una energia rinnovabile si dice sostenibile se ha un grado di rigenerazione superiore a quello del
suo utilizzo. L’energia, quindi, è sostenibile anche in base alle sue modalità di utilizzo e produzione

Il fattore fondamentale delle energie rinnovabili pulite è che sono illimitate e sostenibili.

Questo significa che non inquinano e non pregiudicano l’utilizzo delle risorse naturali per le generazioni future.

Per questi motivi, vogliamo concentrarci su queste.

energia pulita e combustibili fossili

Le fonti rinnovabili

Le fonti di energie rinnovabili sono da distinguere dalle energie rinnovabili stesse.

La prima è il luogo in cui, attraverso specifiche nuove tecnologie, estraiamo l’energia.

La seconda è proprio il prodotto estratto, ossia l’energia rinnovabile.

L’energia del sole ne è un esempio, venendo trasformata in energia solare tramite i pannelli fotovoltaici. Come risultato si ha quindi la comunissima energia elettrica, ricavata però da una fonte rinnovabile.

Arriviamo quindi all’elenco delle principali fonti rinnovabili:

  • l’irraggiamento solare (energia solare)
  • il vento (energia eolica)
  • le biomasse (energia geotermica)
  • le maree e le correnti marine (energia marina)
  • le precipitazioni utilizzabili tramite il dislivello di acque (energia idroelettrica)

Tutte queste fonti rinnovabili danno origine a loro volta ad energie rinnovabili, la maggior parte delle quali non esisterebbe senza quella solare.

Infatti il calore generato dal sole provoca i venti, ricarica energeticamente il terreno formando le bio-masse tramite la fotosintesi clorofilliana, innesca il ciclo di evaporazione e precipitazione dell’acqua, così come permette la creazione dei combustibili fossili.

Le energie rinnovabili

Di seguito vogliamo fornire un dettagliato elenco delle energie rinnovabili presenti oggi:

  • energia idroelettrica, attraverso impianti
    • idroelettrici a bacino
    • ad accumulo o a serbatoio
    • ad acque reflue
    • inseriti in condotte idriche
    • micro-idroelettrici
  • energia eolica
  • energia solare
  • energia geotermica
    • sorgenti idrotermiche
    • sorgenti geopressurizzate
    • sorgenti petrotermiche
  • energia da biomasse (o agroenergie)
    • biocarburanti, gassificazione, biogas
    • bio-batterie
    • oli vegetali
    • olio di alghe
  • energia marina
  • energia o cogenerazione da acqua di falda
  • energia aerotermica
    • Sistema Zerogas
  • gas di discarica
  • gas residuati dai processi di depurazione

Impatto ambientale

Ora che abbiamo chiare le energie rinnovabili veniamo ad un altro concetto di base: l’impatto ambientale. Questo è un fattore fondamentale nelle scelte di tutti i giorni di chi è interessato all’ambiente.

Da lui dipende direttamente il livello di danno causato al nostro pianeta.

energie rinnovabili e impatto ambientale

Si definisce impatto ambientale l’entità delle conseguenze sull’ambiente locale o globale dell’utilizzo di una determinata risorsa.

Un’energia è ecosostenibile se sostenibile (vedi sopra) e a ridotto o assente impatto ambientale.

Le fonti alternative, invece, racchiudono tutte quelle non fossili. Quindi sia quelle eco-sostenibili che l’energia atomica: rinnovabile, ma a forte impatto ambientale.

Le foreste per esempio, nessuno lo direbbe, sono considerate energie rinnovabili. Il motivo è che hanno tempi di rigenerazione molto brevi se consideriamo i tempi della storia umana.

Eppure, anche se naturali, non sono affatto fonti energetiche pulite. Ciò è dovuto dall’inquinamento prodotto dal carbone, maggiore rispetto al petrolio e quindi a forte impatto ambientale.

Purtroppo, inoltre, l’uso che facciamo delle foreste le rende limitate e non sostenibili, a causa dell‘eccessiva deforestazione.

La fauna all’interno di una grossa città è però sicuramente utile, proprio perché gli alberi assorbono CO2 e rilasciano O2, a vantaggio di tutti gli esseri viventi.

Vista la loro utilità, sono stati recentemente progettate strutture ecologiche capaci di fliltrare l’aria dalle impurità. Queste strutture sono varie e bizzarre:

Tali costruzioni hanno la capacità di eliminare l’inquinamento dall’aria che respiriamo. Oppure di limitarlo il più possibile a vantaggio di tutti.

Le rinnovabili oggi

Un grande passo avanti per il pianeta lo dobbiamo a Elon Musk: imprenditore impegnato nella crescita delle energie rinnovabili.

Tra le svariate innovazioni, ha ideato la Powerwall e, successivamente, anche la Powerwall 2. Si tratta di efficienti batterie domestiche che, unite ai pannelli solari, eliminano la dipendenza dalla rete elettrica.

Pannelli, batterie e macchine elettriche sono oggi venduti da Tesla, la sua società principale, dimostrando che le energie rinnovabili sono non solo giuste ed economiche, ma anche una moda destinata a durare nel tempo.

Lascia una risposta