eolico in italia energia eolica dall'algeria

Eolico Italia: entro il 2020 forniture low-cost dall’Algeria

pubblicato in: Energie Rinnovabili, Notizie dal Mondo | 0

Quali sono le prospettive del settore eolico italia nei prossimi 4-5 anni?

Nel quadro economico dell’Italia l’aspetto energetico non è tra i più rosei, nè tra i più leggeri. Anzi, pesa come un macigno, e infatti le importazioni sono elevatissime e costano a ciascun cittadino un’alta percentuale delle sue tasse.

L’arrivo dell’eolico in Italia potrebbe cambiare la tendenza.

Tra i vari fornitori europei ed extraeuropei di energia, diversificati per non subire danni da contrattazioni come accaduto con la Russia che fino a poco tempo fa era il principale fornitore dell’Europa intera, l’Algeria è attualmente il nostro principale fornitore di gas naturale, contribuendo a gran parte del nostro fabbisogno annuale.

Il legame economico è quindi già saldo, ma è pronto a raddoppiarsi.

Infatti l’Italia è attualmente in cerca di fornitori a basso costo di energie rinnovabili, e l’Algeria potrebbe essere il corridoio energetico perfetto per le esigenze del Bel Paese. Entro il 2020 prenderà forma un progetto in cui il Paese nordafricano diventerà fornitore ufficiale di energia elettrica a basso costo derivata dai suoi impianti eolici.

Tale canale di comunicazione e scambio sarà quindi rinsaldato e pronto a durare nel tempo, e porterà l’eolico in Italia per i prossimi anni.

L’Algeria è Ricca

Questo paese risulta ideale per portare in Italia eolico e gas naturali per diversi motivi, tra cui in primis la sua ricchezza di risorse. È il decimo paese al mondo per ricchezza di materie prime, come primo in Africa per la produzione di gas, e per i suoi vasti deserti è ideale per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, più specificatamente da eolico e solare, e ha enormi prospettive di crescita.

I raggi solari raggiungono il terreno quasi verticalmente per la vicinanza all’equatore, e il vento può raggiungere i 15-20 km al secondo. Attualmente i paesi dell’Africa settentrionale producono una potenza eolica di 20 GW, grazie ai nuovi impianti e alle condizioni ambientali e climatiche favorevoli.

In breve, quindi, l’Africa è pronta a riprendersi ciò che le spetta, dopo i disastri subiti in passato. Oggi diventa la nuova terra promessa, dove con i giusti investimenti l’energia può essere prodotta in abbondanza per soddisfare il fabbisogno interno, destinato quindi a crescere, e le richieste esterne.

La convenienza per tutti i compratori inoltre è innegabile. Il prezzo attuale dell’energia da pale eoliche si aggira attorno ai 6,5-8,5 cent/KWh – meno della metà del costo del gas dalla stessa Algeria – e la Desertec afferma che l’intera zona denominata MENA (Medio Oriente Nord Africa) venderà elettricità rinnovabile ed eolica a 50-70€/MWh, un prezzo ancora più competitivo.

Attualmente è in fase di costruzione un elettrodotto sottomarino di 170 km dall’Algeria all’Italia, un vero e proprio corridoio energetico per un apporto sostanzioso di eolico in Italia e per garantire l’efficienza in questa transazione energetica ad alto potenziale.

Lascia una risposta