progetto bechildren, ubroker

BeChildren e il suo Progetto per la Tanzania

pubblicato in: uBroker | 0

Il Progetto BeChildren per dare un aiuto concreto alle famiglie della Tanzania

BeChildren tiene profondamente al futuro delle nuove generazioni con un’alta difficoltà economica.

progetto bechildren, ubroker

l progetto BeChildren punta a migliorare la qualità di vita delle famiglie nei villaggi della Tanzania. uBroker è fiera di supportare BeChildren

Per questo motivo provvederà a migliorare la situazione tra le popolazioni in Tanzania.

Il progetto BeChildren è di rispondere concretamente alla precaria situazione socio-economica della zona e delle famiglie.

Nello specifico BeChildren intende:

  • Promuovere la responsabilità dei genitori per garantire un futuro scolastico ai figli
  • Creare le condizioni economiche minime per sostenere i costi della frequenza scolastica
  • Creare uno spirito di solidarietà nei giovani

I beneficiari diretti saranno sicuramente i giovani, ma indirettamente si aiuteranno anche gli altri membri della famiglia.

Tutto ciò sarà possibile con una semplice operazione: donando alle famiglie povere una capra gravida per ogni figlio che frequenterà la scuola primaria.

L’allevamento delle capre è in grado di produrre il latte, dalla cui vendita si può guadagnare molto. Inoltre, attraverso la riproduzione, si potranno avere nuove capre che potranno dare altro latte oppure essere vendute al mercato.

Questo guadagno compenserà, e anzi supererà le spese della frequenza scolastica, consentendo a molti giovani di tornare a scuola.

Tutte le informazioni su questa iniziativa

Ma questo progetto BeChildren si dividerà in 3 stadi:

  • Innanzitutto si distribuiranno 200 capre gravide ad altrettante famiglie selezionate.
  • Ognuna di queste famiglie si impegnerà poi a donare la capra neonata femmina ad un vicino bisognoso.
    Lui a sua volta farà la medesima cosa quando otterrà la prima capra femmina da quella ricevuta in dono.
  • Ogni famiglia beneficiaria si impegna a sottoscrivere un impegno di collaborazione.
    Questo prevede la frequenza scolastica dei giovani e la fornitura della prima capra femmina neonata a un’altra famiglia.

Ripetendo questo processo si assicura un numero crescente di capre nella regione, e quindi una crescente disponibilità di risorse a favore dell’istruzione dei giovani.

Inoltre si aprirà una convenzione di due anni con un veterinario locale che darà assistenza sanitaria.

Questo servirà nel caso in cui le capre donate o quelle nate avessero necessità di essere curate.

Il Coordinatore locale del progetto, Padre Toussaint Bulambo, Parroco de Lugeye e Nyanguge, seguirà il progetto da vicino per assicurarne la massima efficacia.

Grazie a questo puzzle di elementi, il progetto BeChildren è fatto per riuscire a risollevare l’economia e l’istruzione di queste due città, per poi espanderne l’effetto anche altrove.

Lascia una risposta