risparmio in cucina

Il Risparmio in Cucina

pubblicato in: Risparmiare | 0

Come risparmia in cucina: la spesa

Quando settimanalmente o quotidianamente andiamo a fare la spesa ci sono degli accorgimenti che permettono di risparmiare in cucina di diverse centinaia di euro l’anno, tra cui, innanzitutto, andare al mercato.

Ovviamente può essere considerato più scomodo, soprattutto in inverno, ma i prodotti al mercato godono di una qualità superiore e sono tendenzialmente più freschi e meno inquinati da prodotti chimici, inoltre si troveranno sempre prezzi molto economici, molta più scelta e molte meno code.

Per salvaguardare la qualità è quindi anche necessario pensare alla freschezza dei prodotti alimentari, da consumare e cucinare in non più di una settimana e tenere rigorosamente in frigo. Anche la scelta di frutta e verdura di stagione ne assicura la freschezza, e per averne la garanzia basterà seguire questa semplice guida.

Frutta e verdura di stagioneEcco un primo semplice e importante passo verso un alimentazione più sana, fresca ed economica che non rinuncia alla qualità, ma che anzi ne esalta gli effetti positivi. Infatti c’è un detto che ricorre da secoli nella voce popolare: siamo quello che mangiamo. Ultimamente si sente sempre meno frequentemente, anche a causa della comodità di fast-food e cibo spazzatura, ma la scienza sta comprendendo quanto l’intuizione della storia fosse esatta. Non bisogna certo condannare un hamburger o delle patatine fritte, ma chi si nutre di cibi preconfezionati, precotti o in scatola con una frequenza elevata è sicuramente poco attento alla propria salute di domani.

Cucina risparmiando

Un altro modo per risparmiare in cucina è il saggio utilizzo degli elettrodomestici, tra cui quello di aprire poco e raramente il frigo e il freezer, di tenere il forno il più possibile chiuso mentre si scalda e cuoce i cibi, di non tenere il gas troppo alto sotto pentole e padelle, e preferire il fornello più piccolo a quello più grande. Piccoli accorgimenti che in 365 giorni fanno vedere una differenza notevole nelle bollette di luce e gas. Cambiare gli elettrodomestici è un altro tipo di risparmio, rivolto al lungo termine a fronte di un investimento iniziale: le fasce A, A+ e A++ sono sicuramente di consumi più economici e permettono consumi annuali nettamente inferiori alle classi di consumo maggiore, così come un fornello a induzione azzera lo spreco energetico per la cucina, al contrario del gas che libera molto del suo potere calorifero nell’aria.

Sembra ovvio, ma un ottimo modo per incentivare il risparmio in cucina è consumare più pasti crudi, che evitando la cottura mantengono anche più principi nutritivi intatti al loro interno e riescono a garantire un’alimentazione più sana e completa. Per i consumi pensate per esempio a quanto gas si consuma in mezz’ora o un’ora. Consumi evitabili con una ricca insalata di spinaci, avocado, pomodorini, capperi, abbondante olio EVO e chi più ne ha più ne metta.

Se chiedete ad un Personal Trainer vi confermerà che le classiche “insalatone” che si fanno molte donne per dimagrire non sono affatto ipocaloriche, anzi più sono ricche più il loro nutrimento sarà completo.

I consigli della nonna

Vi ricordate la nonna che al ristorante si faceva incartare il pollo per mangiarselo alla sera? E sempre la nonna che teneva la conserva di sugo in cantina per mesi? Le nonne ne sapevano una in più del diavolo sul risparmio in cucina, anche perchè hanno vissuto epoche in cui risparmiare era l’unica soluzione, e se ci facessimo caso noteremmo che sono piene di barattoli e contenitori, perchè è quasi ovvio, ma cucinare più porzioni in una volta consumerà molto meno gas che prepararle separatamente! La prossima volta che cucinate quindi – magari fatta eccezione per la nostra amata pasta – preparate più porzioni in una volta e mettetele poi da parte. Le conserve della nonna erano buone anche dopo mesi, basta riempire i barattoli fino all’orlo e chiuderli quando ancora scottano, per creare il classico effetto sottovuoto, e metterli in frigo quando si saranno raffreddati.

risparmio in cucina conserve della nonna

L’ultimo accorgimento viene usato raramente dalle nuove generazioni, ma andrebbe sfruttato più spesso. La giusta pentola cambia molto nell’equazione dei consumi. Una pentola a pressione per esempio, cuocendo a temperatura maggiore, necessita di minor tempo per completare il suo compito, facendo risparmiare in cucina il 20-30-40% di gas per la stessa pietanza.

Ora avete tutti i consigli utili per consumare meno in cucina.

Lascia una risposta